APRILIA RACING S.R.L. Codice Etico

ARTICOLO 1 – CODICE ETICO
Aprilia Racing S.r.l. (“società” o “Aprilia”) conforma la propria attività interna ed esterna al rispetto dei principi contenuti nel presente Codice Etico (“codice etico”), nel convincimento che l’etica nella conduzione degli affari sia da perseguire congiuntamente al successo dell’impresa.

ARTICOLO 2 – OBIETTIVI E VALORI
Obiettivo primario della Società è la creazione di valore per i propri clienti, per i Soci e per i propri dipendenti, nel rispetto dell’ambiente e delle condizioni di lavoro. A questo scopo sono indirizzate le strategie industriali e finanziarie e le conseguenti condotte operative, ispirate all’efficienza nell’impiego delle risorse.
Nel perseguire tale obiettivo la Società si attiene ai seguenti principi generali di comportamento:
• in quanto componente attiva e responsabile delle comunità nelle quali si trova ad operare, è impegnata a rispettare e a far rispettare al proprio interno e nei rapporti esterni le leggi vigenti negli Stati nei quali opera nonché i principi etici comunemente accettati nella conduzione degli affari (trasparenza, correttezza, lealtà e buona fede) e ad agire nel nell’osservanza delle regole poste a tutela dalla concorrenza;
• rifiuta e condanna il ricorso a comportamenti illegittimi o comunque scorretti (verso la comunità, le pubbliche autorità, i clienti, i lavoratori, e i concorrenti) per raggiungere i propri obiettivi economici, al raggiungimento dei quali tende esclusivamente con l’eccellenza delle prestazioni in termini di qualità e di convenienza dei prodotti e dei servizi, fondate sulla professionalità, sull’esperienza, sull’attenzione al cliente e sull’innovazione;
• attua strumenti organizzativi idonei a prevenire la violazione dei principi di legalità e a garantire trasparenza, correttezza, lealtà, buona fede e l’osservanza delle regole di concorrenza da parte dei propri dipendenti e collaboratori e vigila sul rispetto di tali strumenti e sull’aggiornamento degli stessi;
• assicura attraverso l’adozione di adeguati strumenti, anche organizzativi, il rispetto del divieto tassativo di qualunque pratica di corruzione, di richiesta e/o di dazione di favore, di qualunque comportamento collusivo, sollecitazione, diretta/indiretta e/o attraverso terzi, di vantaggi personali di qualunque genere per sé e/o per altri, di benefici materiali e o qualsiasi altro vantaggio di qualsiasi entità a favore di terzi siano essi sia soggetti privati sia soggetti pubblici sia rappresentanti di governi sia italiani sia stranieri;
• assicura al mercato e alla comunità in genere, nel rispetto dei principi concorrenziali, la piena trasparenza della propria azione;
• si impegna a promuovere una competizione leale, funzionale all’interesse della società stessa, così come a quello di tutti gli operatori di mercato e dei clienti;
• persegue l’eccellenza e la competitività nel mercato, offrendo ai propri clienti servizi di qualità, rispondenti in maniera efficiente alle loro esigenze;
• tutela e valorizza le risorse umane di cui si avvale;
• assicura il rispetto delle comunità presenti nei contesti in cui opera, mantenendo rapporti collaborativi, cercando inoltre di impiegare il più possibile persone locali;
• promuove attività e processi il più possibile compatibili con l’ambiente, attraverso l’utilizzo di criteri e tecnologie avanzate in materia di salvaguardia ambientale, di efficienza energetica e di uso sostenibile delle risorse;
• persegue standard di tutela dell’ambiente attraverso l’implementazione di adeguati sistemi di gestione e monitoraggio;
• impiega responsabilmente le risorse, assumendo come scopo uno sviluppo sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e dei diritti delle generazioni future;
• contrasta ed assicura la prevenzione dell’utilizzo di sostanze dopanti, dell’uso prolungato e dell’abuso di farmaci e medicazioni che possa comportare assuefazione o generare malattie professionali.

ARTICOLO 3 – SOCI
La Società si impegna a garantire parità di trattamento a tutti i Soci, evitando comportamenti preferenziali.

ARTICOLO 4 – CLIENTI
La Società mira a raggiungere l’eccellenza dei prodotti e servizi offerti tenendo conto delle esigenze della clientela e si impegna a soddisfarne le richieste con la massima disponibilità. L’obiettivo consiste nel garantire una risposta immediata, qualificata e competente alle esigenze dei clienti, uniformando i propri comportamenti a correttezza, cortesia e collaborazione.

ARTICOLO 5 – COMUNITÀ
La Società intende contribuire al benessere economico e alla crescita delle comunità nelle quali opera attraverso la propria attività, tanto nella vendita di prodotti quanto nella erogazione di servizi efficienti e tecnologicamente avanzati.
In coerenza con tali obiettivi e con le responsabilità assunte nei confronti dei Soci, la Società individua nella ricerca e nell’innovazione una condizione prioritaria di crescita e successo.
La Società mantiene con le pubbliche autorità locali, nazionali e sovranazionali relazioni ispirate alla piena e fattiva collaborazione e alla trasparenza, nel rispetto delle leggi vigenti, delle reciproche autonomie, degli obiettivi economici e dei valori contenuti in questo codice.
La Società apprezza ed eventualmente fornisce sostegno a iniziative sociali, culturali ed educative orientate alla promozione della persona e al miglioramento delle sue condizioni di vita.
La Società non eroga contributi, vantaggi o altre utilità ai partiti politici e alle organizzazioni sindacali dei lavoratori, né a loro rappresentanti o candidati, fermo il rispetto della normativa applicabile.

ARTICOLO 6 – RISORSE UMANE
La Società riconosce il ruolo primario delle risorse umane nella convinzione che il principale fattore di successo di ogni impresa è costituito dal contributo professionale delle persone che vi operano, in un quadro di lealtà e fiducia reciproca.
La Società tutela la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro e ritiene fondamentale, nello svolgimento dell’attività economica, il rispetto dei diritti dei lavoratori. La gestione dei rapporti di lavoro è indirizzata a garantire pari opportunità e a favorire la crescita professionale di ciascuno.
La Società, in linea con le best practice di riferimento nonché nel rispetto delle convenzioni internazionali e delle normative in materia giuslavoristica, rifiuta ogni forma di sfruttamento* della manodopera in ogni paese in cui opera.
*Si consideri come riferimento la definizione di sfruttamento della manodopera prevista dalla L. 199/2016 recante “Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo.”.

ARTICOLO 7 – DIRITTI UMANI
La Società riconosce ed assicura il rispetto dei principi che tutelano i diritti umani e i diritti dei lavoratori condivisi a livello internazionale, ed espressi nelle convenzioni, tra le quali la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite e la Dichiarazione sui Principi e i Diritti Fondamentali nel Lavoro e suoi seguiti dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, sia nell’ambito delle proprie operazioni, sia lungo la catena di approvvigionamento.
La Società si impegna a garantire il rispetto della dignità personale, della sfera privata e i diritti della personalità di ciascun individuo, nonché ad assicurare le condizioni necessarie per un ambiente di lavoro non ostile e a prevenire qualunque forma di sfruttamento, discriminazione o molestie in conformità alle suddette convenzioni. In particolare, la Società respinge e si dissocia da qualunque condotta che possa integrare minaccia di qualsiasi tipo, determinata da motivi di natura razziale, sessuale o correlata ad altre caratteristiche personali ed esige il rispetto di tutte le leggi che vietano qualsiasi forma di discriminazione, basate su razza, genere, religione, lingua, ideologia, etnia od opinione politica; e vieta qualsiasi forma di schiavitù, tortura, lavoro forzato, lavoro minorile, trattamenti crudeli, inumani o degradanti e condizioni di lavoro che possono rappresentare una minaccia per la vita o la salute.
Inoltre, la Società riconosce e rispetta i diritti dei dipendenti ad essere rappresentati da sindacati o da altre rappresentanze stabilite in conformità alle legislazioni”.

ARTICOLO 8 – CONFLITTI DI INTERESSE
Nell’ambito del rapporto fiduciario intercorrente con la Società, è dovere primario del dipendente e del collaboratore utilizzare le risorse della Società e le proprie capacità lavorative per conseguire l'interesse societario, nel rispetto dei principi del presente Codice Etico.
In tale prospettiva il dipendente ed il collaboratore devono evitare ogni possibile conflitto di interesse tra le attività economiche personali e/o famigliari e le mansioni che ricoprono all’interno della Società, astenendosi da ogni attività che possa contrapporre un interesse personale a quelli della Società o che possa interferire ed intralciare la capacità di assumere, in modo imparziale ed obiettivo, decisioni nell'interesse della Società medesima.
Ogni situazione di conflitto di interessi, anche indiretta o potenziale, deve essere tempestivamente riferita al proprio superiore gerarchico e all’Organismo di Vigilanza (“Organismo di Vigilanza” o “O.d.V.”) previsto dal Modello di Organizzazione Gestione e Controllo (“Modello Organizzativo”) della Società e, in ogni caso, il soggetto coinvolto dovrà astenersi dall’intervenire nel relativo processo operativo/decisionale.

ARTICOLO 9 – AMBIENTE ED INCOLUMITÀ PUBBLICA
La Società è convinta che la crescita globale debba essere sostenibile nel comune interesse di tutti i Soci, attuali e futuri, inclusi gli azionisti del gruppo Piaggio. Le scelte di iniziative industriali e commerciali sono pertanto volte al rispetto dell’ambiente e della salute pubblica, nonché alla riduzione degli impiatti sull’ambiente e le comunità adiacenti ai siti produttivi.
Fermo restando il rispetto della specifica normativa applicabile, la Società ha riguardo alle problematiche ambientali nella determinazione delle proprie scelte, anche adottando – dove operativamente ed economicamente possibile e compatibile – tecnologie e metodi di produzione eco-compatibili, con lo scopo di ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività.

ARTICOLO 10 – SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO
La Società si impegna a garantire un ambiente di lavoro sicuro, sano e produttivo, anche tramite la diffusione di una cultura della sicurezza e della consapevolezza dei rischi e l’incentivazione di comportamenti responsabili da parte dei propri dipendenti.
Ogni dipendente e collaboratore è direttamente responsabile nei confronti dei colleghi e della Società, per il mantenimento della qualità dell’ambiente di lavoro.
I dipendenti hanno l’onere di prevenire e di limitare situazioni che possono influenzare negativamente tale qualità. In conformità alle disposizioni contenute nel presente Codice Etico, la Società deve porre in atto attività sicure per proteggere la sicurezza e la salute dei propri dipendenti e delle comunità sociali.
Le decisioni che impattano direttamente o indirettamente sulla salute e sicurezza sul lavoro devono essere assunte, a qualsiasi livello aziendale, in conformità ai seguenti principi:
• evitare i rischi;
• valutare i rischi che non possono essere evitati;
• combattere i rischi alla fonte;
• adeguare il lavoro all’uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature di lavoro e dei metodi di lavoro e di produzione, in particolare per attenuare il lavoro monotono e il lavoro ripetitivo e per ridurre gli effetti di questi lavori sulla salute;
• tener conto del grado di evoluzione della tecnica;
• sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso;
• programmare la prevenzione, mirando ad un complesso coerente che integri nella medesima la tecnica, l’organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l’influenza dei fattori dell’ambiente di lavoro;
• dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
• impartire adeguate istruzioni ai lavoratori.
Tali principi sono utilizzati dall’impresa per prendere le misure necessarie per la protezione della sicurezza e salute dei lavoratori, comprese le attività di prevenzione dei rischi professionali, d’informazione e formazione, nonché l’approntamento di un’organizzazione e dei mezzi necessari.

ARTICOLO 11 – PROPRIETÀ INDUSTRIALE, INTELLETTUALE E DEL DIRITTO D’AUTORE
La Società si impegna a garantire la tutela dei marchi e segni distintivi ovvero di brevetti, modelli o disegni nonché a non utilizzare diritti di proprietà industriale ovvero opere dell’ingegno di terzi al di fuori dei casi consentiti dalla legge.
Pertanto, la Società non consente l’utilizzo, a qualsiasi titolo e per qualunque scopo, di prodotti con marchi e segni contraffatti nonché la fabbricazione, la commercializzazione o qualsivoglia attività, concernenti prodotti già brevettati da terzi ovvero opere tutelate da copyright e sui quali non vanta diritti.

ARTICOLO 12 – ANTIRICICLAGGIO
La Società si adopera per prevenire l’utilizzo del proprio sistema economico-finanziario per finalità di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo da parte dei propri clienti e fornitori, verificando con la massima diligenza la rispettabilità delle proprie controparti commerciali prima di instaurare con loro rapporti d’affari.

ARTICOLO 13– INFORMAZIONE SOCIETARIA
La Società è pienamente convinta dell’importanza di un’informazione corretta circa le proprie attività per il mercato e per la comunità in genere.
Ferme restando le esigenze di riservatezza richieste dalla conduzione dell’attività, la Società assume la trasparenza come proprio obiettivo nei rapporti con tutti gli stakeholder. In particolare, comunica le proprie informazioni societarie nel rispetto dei criteri di correttezza, chiarezza e parità di accesso all’informazione.

ARTICOLO 14 – COMPETIZIONI SPORTIVE
La Società promuove una cultura sportiva basata sul rispetto delle leggi sulla concorrenza nei rapporti con i team concorrenti e sulla condanna di qualsiasi forma di inganno e violenza, fisica o verbale.
In particolare, la Società vieta ai propri dipendenti e/o collaboratori di attuare accordi di contiguità (ad es. intese orizzontali) con gli altri team e di influenzare la condotta e/o il risultato delle competizioni sportive, al fine di raggiungere un risultato diverso da quello conseguente al corretto e leale svolgimento della competizione, commettendo un illecito sportivo.
Infine, la Società prevede il divieto di esercitare, accettare, organizzare, pubblicizzare o anche semplicemente partecipare a scommesse, pronostici o altri concorsi, direttamente o per interposta persona, anche presso soggetti autorizzati a riceverle, nonché di agevolare scommesse di altri, che abbiano ad oggetto i risultati relativi a competizioni ufficiali e non a cui la Società partecipa.

ARTICOLO 15 – UTILIZZO DI FARMACI IN RELAZIONE ALL’ATTIVITÀ SPORTIVA
Ogni dipendente e collaboratore, nell’ambito delle proprie competenze e delle attività agonistiche, è tenuto a rispettare le norme, i regolamenti e gli standard sia nazionali che internazionali (World Anti Doping Agency) in materia di lotta al doping e, in ogni caso, deve:
a) evitare, in assenza di prescrizione medica o in quantità eccedenti il fabbisogno prescritto, l’acquisto, l’uso e il trasporto di sostanze stupefacenti o psicotrope, ancorché di libera circolazione nello Stato di approvvigionamento;
b) evitare la cessione o il commercio, a qualsiasi titolo, di dette sostanze, regolarmente possedute

ARTICOLO 16 – LOTTA ALLA CORRUZIONE
La Società condanna ogni fenomeno di corruzione ed adotta tutte le misure più opportune al fine di prevenire ed evitare la commissione di tali reati.
In particolare, sono espressamente vietati:
▪ le offerte, le promesse, le dazioni di denaro o di beni o di altre utilità indebite (in qualunque forma e modo, ivi compresi pass e ingressi in area hospitality) fatte direttamente e/o anche in modo indiretto e/o per interposta persona, e/o tramite persone che agiscono per conto della Società sia in Italia che all’estero;
▪ la ricerca e l’instaurazione di relazioni personali di favore, l’impropria influenza e l’indebita ingerenza idonee a condizionare, direttamente o indirettamente, le decisioni della controparte (Pubblica Amministrazione o privata) e/o lo svolgimento di un corretto rapporto;
▪ tutti i comportamenti diretti a proporre o generare opportunità di impiego o altra forma di collaborazione e/o opportunità commerciali ed ogni altra attività che possa avvantaggiare, a titolo personale la controparte (Pubblica Amministrazione o privata);
▪ l’accettazione indebita per sé o per altri di offerte, dazioni, promesse di denaro o di beni o di altre utilità o di beni o di altre utilità (in qualunque forma e modo, anche come forma di doni) per promuovere o favorire interessi di terzi nei rapporti con la Società;
▪ le azioni finalizzate a sollecitare o ad ottenere informazioni riservate;
▪ il compimento di qualsiasi altro atto volto ad indurre la controparte (Pubblica Amministrazione o privata) a fare o ad omettere qualcosa in violazione delle norme aziendali (infedeltà aziendale) e/o delle leggi dell’ordinamento cui appartengono.
I suddetti comportamenti si considerano vietati sia se tenuti direttamente dai dipendenti e dai collaboratori della Società.
In nessun caso, Aprilia Racing si farà rappresentare nei rapporti d’affari con la controparte (Pubblica Amministrazione o privata) da un consulente o un soggetto terzo quando si possono creare situazioni di conflitto di interessi e con fini di creazione di “fondi neri” da utilizzare a scopo corruttivo.
Le sponsorizzazioni di eventi, manifestazioni, conferenze stampa e simili iniziative potranno essere effettuate soltanto se in conformità alla legge ed ai principi di lealtà, correttezza, trasparenza e verificabilità e nel rispetto dei principi etici e delle procedure adottati dalla Società e, comunque, a condizione che non possano essere intese od interpretate, in alcun modo, come una ricerca di favori e/o non integrino una delle condotte vietate ai sensi del presente Codice Etico. Gli stessi principi si applicano agli eventuali acquisti ed all’adesione ad iniziative effettuati a scopo benefico, in qualunque forma attuati.

ARTICOLO 17 – RISPETTO DEL CODICE ETICO
Al rispetto del presente Codice Etico sono tenuti gli organi sociali, il management e i prestatori di lavoro della Società, nonché tutti i collaboratori esterni, quali consulenti, agenti, fornitori ecc.
La Società si impegna a mantenere, aggiornare ed eventualmente integrare procedure, regolamenti o istruzioni idonei a garantire che i comportamenti dei propri organi sociali, dirigenti, dipendenti e collaboratori siano rispettosi dei valori qui affermati, prevedendo appositi sistemi sanzionatori per le eventuali violazioni.

Top