CIV 2019 - ROUND 6

CIV 2019 - ROUND 6

NUOVA M2 RACING METTE IL SIGILLO ALLA STAGIONE 2019 CON UNA VITTORIA E TRE PODI A VALLELUNGA

DOPPIO PODIO PER LORENZO SAVADORI IN SUPERBIKE CON APRILIA RSV4 FW-STK

PUNTI IMPORTANTI PER FEDERICO D’ANNUNZIO

EDDI LA MARRA VINCE ANCHE L’ULTIMA GARA DI CAMPIONATO CON APRILIA RSV4 1100 FACTORY SOTTOLINEANDO IL SUO DOMINIO

SECONDO PODIO CONSECUTIVO PER ALEX SGROI NEL NATIONAL TROPHY 1000

All’Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga va in scena il round finale del Campionato Italiano Velocità. Doppia gara in Superbike per Lorenzo Savadori e Federico D’Annunzio. Gara singola per Eddi La Marra, già campione con un round di anticipo, e per Alex Sgroi.

GARA 1 SUPERBIKE

Partenza perfetta in gara 1 Superbike per Lorenzo Savadori che si porta davanti a tutti subito dopo lo start. Lotta per la leadership con Michele Pirro nel corso del quinto giro quando il cesenate perde la prima posizione assestandosi subito dietro al leader. Un gran ritmo per Savadori che riesce a passare al secondo posto sotto la bandiera a scacchi. Partenza sottotono per Federico D’annunzio che scatta dalla quarta fila e alla fine del primo giro è fuori dalla zona punti. Il pescarese riesce ad imporsi nel gruppo centrale portandosi prima in zona punti per poi chiudere in quattordicesima piazza.

GARA 2 SUPERBIKE

Bastano pochi giri a Lorenzo Savadori in gara 2 per portare la sua Aprilia RSV4 FW-STK in seconda posizione. Riesce ad arrivare a un secondo dal leader senza riuscire a sferrare un attacco per la vittoria. Il Cesenate chiude secondo al termine di una gara tiratissima in cui è riuscito a migliorare di quasi quattro secondi il tempo di gara 1. Si spengono i semafori che danno il via a gara 2 e Federico D’annunzio, che scatta dalla decima casella, chiude il primo giro in sedicesima posizione. Una gara tutta in salita per l’abruzzese che giro dopo giro riesce ad imporsi sugli avversari riuscendo a risalire fino all’undicesimo posto in una gara in cui riesce a migliorare di quasi otto secondi il tempo di gara 1.

NATIONAL TROPHY

Scatta molto bene Eddi La Marra in sella alla sua Aprilia in livrea speciale color oro per celebrare il campionato vinto con un round di anticipo. Il Ferentino dalla terza casella della griglia mette lo scarico della nuova V4 di Noale subito davanti a tutti riuscendo a mantenere il primo posto dal primo all’ultimo giro. La Marra vince la gara portando i successi a cinque su sette gare disputate, un campionato dominato a conferma dell’ottimo progetto Aprilia RSV41100 Factory. In partenza Alex Sgroi porta subito la sua Aprilia RSV4 1100 Factory in lotta per la terza piazza che agguanta già al quarto giro. Con pista libera riesce a imporre il suo passo cercando invano di portarsi al secondo posto ma perde terreno e passa al quinto posto. Ultimo giro al cardiopalma quando il catanese dalla quinta posizione riesce a portarsi prima al quarto posto che perde subito ma in poche curve beffa due avversari e festeggia l’ultima gara di campionato con una ottimo terzo posto. Per Nuova M2 Racing si chiude una stagione superlativa che rimarrà nella storia. Vittoria in campionato nel National Trophy 1000 con Eddi La Marra vincendo sin dalla gara d’esordio con la nuovissima RSV4 1100 Factory. Grandissimi successi in Superbike con Lorenzo Savadori che in sella all’Aprilia RSV4 FW-STK spezza lo strapotere Ducati firmando ben tre vittorie a cui si aggiungono altri sei podi. La crescita costante di Alex Sgroi ha sbalordito tutti gli addetti ai lavori, il secondo e terzo posto delle ultime due gare sono il sigillo che portano il catanese al meritato terzo posto in campionato. Aprilia supera tutte le case nel National Trophy 1000 e consolida l’ottimo secondo posto nel massimo campionato tricolore. Top ten per Federico D’annunzio che gara dopo gara è riuscito a trovare il giusto feeling che gli ha permesso di migliorare costantemente le prestazioni in pista.

Lorenzo Savadori - Superbike: “Doppio secondo posto. Sin da giovedì con la squadra abbiamo visto che la pista ha poco grip e per questo eravamo molto in crisi. In gara 1 ho provato a stare davanti nei primi giri ma non sono riuscito a tenere dietro Pirro. Per la gara di oggi abbiamo provato a cercare un po’ più di trazione sulla mia Aprilia RSV4 FW-STK, ci siamo riusciti solo in parte e per questo ho un po’ di amaro in bocca perché almeno nei primi giri mi sarebbe piaciuto riuscire a giocarmela con Pirro. Sono soddisfatto di questa stagione, siamo partiti all’ultimo senza fare test riuscendo a crescere nel corso della stagione centrando dei risultati importanti, qui al CIV il livello è molto alto e siamo riusciti ad abbassare i tempi anche rispetto agli anni scorsi. Per tutto questo devo ringraziare Fausto Gresini ed Enzo Chiapello che insieme ad Aprilia Racing a tutti gli sponsor e al grande lavoro di Nuova M2 Racing hanno reso possibile questa stagione ad alto livello”.

Federico D’Annunzio - Superbike: “Sono partito molto carico per la tappa romana ma si è rivelato un week end difficile e in salita perché ho patito un po’ di mancanza di potenza sulla mia Aprilia. A questo aggiungo un infortunio subìto ad un ginocchio che ho sbattuto in pista contro un dissuasore. Abbiamo trovato il setting giusto per gara 2 che è stata più brillante rispetto a gara 1. Ringrazio il team e tutti gli sponsor che hanno reso possibile questa stagione al CIV”.

Eddi La Marra - National Trophy 1000: “Per tutto il weekend ho lavorato insieme a Nuova M2 Racing in ottica gara e per questo mi aspettavo di essere competitivo ma non mi sarei mai aspettato di riuscire ad andare così forte. Vallelunga è una pista che mi piace e sono contento di aver vinto qui davanti al mio pubblico, ai miei amici e agli sponsor che hanno reso possibile questa vittoria in campionato. Ci tengo a ringraziare Nuova M2 Racing perché in tutte le gare mi ha messo a disposizione una Aprilia RSV4 1100 factory incredibile, perfetta in ogni situazione per riuscire a portare a casa il titolo. Faccio i complimenti ad Alex Sgroi perché per la seconda volta consecutiva sale sul podio e non me lo aspettavo”.

Alex Sgroi - National Trophy 1000: “Sinceramente è stata una terza posizione inaspettata perché il week end non è partito nel migliore dei modi. Ho girato pochissimo qui a Vallelunga ma piano piano, con costanza e con il grande lavoro di Nuova M2 Racing siamo riusciti a migliorare sempre di più. Ieri siamo riusciti a trovare il setup giusto per la mia RSV4 1100 e di conseguenza sono scesi i tempi. Ringrazio il team perché mi ha messo a disposizione una moto perfetta, i miei amici che sono venuti a vedere la gara e gli sponsor che mi aiutano molto”.

Superbike Championship Standings:
1- Pirro M. 285 pts.
2- Savadori L. 213 pts.
3- Zanetti L. 135 pts.

10- D’Annunzio F. 61 pts.

Superbike Manufacturer Standings:
1- Ducati 285 pts.
2- Aprilia 217 pts.
3- BMW 149 pts.
4- Yamaha 93 pts.
5- Suzuki 87 pts.