WSBK PHILLIP ISLAND 2016 - LA GARA

WSBK PHILLIP ISLAND 2016 - LA GARA

SUPERBIKE

PRIMI PUNTI PER SAVADORI, DE ANGELIS E L'APRILIA RSV4 NEL ROUND DI APERTURA DEL CAMPIONATO MONDIALE WSBK 2016

Phillip Island, 27-28 Febbraio 2016 – Lorenzo Savadori conquista i suoi primi 4 punti nel campionato mondiale superbike, al termine di una combattutissima gara 1 nel round di debutto a Phillip Island.
Ottavo in griglia di partenza (dopo il record di velocità massima in superpole 2 con 311,2 km/h in sella alla entusiasmante RSV4 1000 RF), il pilota italiano del team Iodaracing ha a lungo combattutto in decima piazza con Guintoli, Hayden e Lowes prima di andare a punti al traguardo chiudendo in dodicesima piazza.

In gara due, invece, è Alex De Angelis a chiudere al 13° posto, guadagnando i primi 3 punti in classifica generale dopo esser partito in 18 posto in griglia. Out invece, dal secondo giro, Lorenzo Savadori.

Clicca qui per i risultati completi

Le parole del rookie, Lorenzo Savadori, su gara 1: “Oggi è successo tutto in fretta, prima la SuperPole e poi la gara...L’importante è avere raccolto dati e informazioni per capire meglio la moto e poter crescere.
Per più di un terzo di gara sono stato coi migliori...peccato che poi siano andati via. Stare con loro mi è servito tanto, ho potuto vedere le linee che usano in una pista complicata come questa,poi la gomma posteriore si è degradata molto. Il bello della SBK è che domani c’è un’altra gara e abbiamo tempo per sistemarci.
Fisicamente mi sono trovato bene. Il problema è stato gestire le gomme, ho capito che non bisogna partire solo pensando alla performance assoluta ma alla distanza di gara. Del resto non avevo mai fatto neppure un long run prima della gara di oggi.
Andrò ai box ad analizzare i dati e capire come migliorare. Sia io sia la squadra ci stiamo impegnando per sistemare la moto come piace a me, ma logicamente serve tempo per farlo”.

Riguardo la sfortunata seconda manche: “Non so bene cosa cosa sia successo, forse ho avuto un contatto con un altro pilota. La moto si è intraversata di colpo e mi ha sbalzato in aria. Ho sentito subito male alla spalla per via del movimento brusco e non riuscivo a guidare.
Fino a quel momento mi sentivo bene, nel warm up avevamo fatto delle modifiche in previsione della seconda metà di gara, in cui avevo sofferto ieri.
Tutto sommato direi che è stato un apprendistato positivo e ora dobbiamo continuare a crescere. La Tailandia sarà una pista completamente nuova per me, sarà bello impararla. L’importante sarà arrivarci in piena forma”.

(da Lorenzo Savadori official fanpage)