RSV4 X, LE EMOZIONI DEL PRIMO PROPRIETARIO

RSV4 X, LE EMOZIONI DEL PRIMO PROPRIETARIO

"Sono da sempre innamorato delle moto, sotto tutti i punti di vista: design, meccanica, tecnologia. Le amo e, proprio per questo, ricerco e mi riservo solo le migliori".

Gennaro Scognamiglio, ex pilota degli anni '70 e, ormai da decenni, competente e appassionato collezionista delle creazioni più esclusive, sembra avere idee ben chiare in materia.

"Le moto italiane hanno un fascino particolare, superiore e diverso da tutte le altre". E nel caso dell'Aprilia RSV4 X i motivi per innamorarsi sono stati parecchi, a partire da quel 23 marzo di quest'anno, data di debutto della "RSV4 del decennale", al battesimo della pista sotto le cure di Max Biaggi.

"C'ero anch'io quel giorno al Mugello, agli Aprilia All Stars. Un appuntamento già di per sè più che interessante, un evento monomarca particolare e carico di passione. Ma in cui non mi aspettavo un nuovo colpo di fulmine". Invece è stato amore a prima vista, e il prebooking online una naturale conseguenza.

"Bella, bellissima. In pochi casi ho visto una fusione così abile fra un design accattivante e il pieno trionfo della sportività. Ogni soluzione, fino alla più raffinata, è pensata per la massima prestazione, senza compromessi. Credo non esista null'altro del genere, oggi, in circolazione. E partire da Napoli verso Noale e ritirare la nostra RSV4 X dalle mani che l'hanno creata è stato il momento più emozionante, il finale di un percorso fatto insieme con Aprilia Racing. La consegna di un anello, un atto di fidanzamento".

Chiediamo come è maturata la decisione dell'acquisto. "Il numero limitato degli esemplari è stato, inutile dirlo, un'attrazione irresistibile, la calamita a cui non ho saputo (e non ho voluto) resistere. Così come fatali sono state le caratteristiche della moto: la sua compattezza innanzitutto, e l'incontro fra i toni del carbonio e i colori della livrea. Ma sotto la carena c'è molto più, e lo capisci subito. E' lì che si concentra il suo valore, dalle tante componenti ricavate dal pieno alle soluzioni tecniche più esclusive. L'ANN (Aprilia No Neutral, il cambio con la folle posizionata sotto la prima marcia, che velocizza i cambi marcia dal primo al secondo rapporto evitando errori in scalata, ndr) è qualcosa di spettacolare".

E ora? "Le faremo conoscere l'asfalto della pista, è il suo elemento naturale, ed è giusto così". Però a piccolissime dosi, ci confida. "Farà bellissima mostra di sè anche fuori dal circuito, lo prometto..."