CIV 2019 - ROUND 4: SAVADORI SUL PODIO IN GARA 1 E 2

CIV 2019 - ROUND 4

GARA 2

SAVADORI STABILMENTE SECONDO IN SUPERBIKE - D’ANNUNZIO UNDICESIMO AL TRAGUARDO
EDDI LA MARRA QUARTO NEL NATIONAL TROPHY 1000 SU APRILIA RSV4 1100 FACTORY - SGROI SETTIMO
 
Misano Adriatico (Italia), 28 Luglio 2019 - Meteo ballerino per tutta la domenica al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Pioggia caduta copiosamente per tutta la notte, sole che scalda e asciuga la pista in tarda mattinata ma nel primo pomeriggio un nuovo temporale estivo torna a bagnare il tracciato romagnolo e per gara 2 Superbike del Campionato Italiano Velocità si rendono obbligatorie le coperture rain per Nuova M2 Racing come per tutti gli altri piloti in griglia.
Scatta bene Lorenzo Savadori guadagnando subito una posizione ma ben presto retrocede a causa del poco feeling su un tracciato in condizioni mai provate prima. Dopo i primissimi giri per prendere confidenza riesce a stabilizzarsi sul suo ritmo che gli permette di rifarsi sotto al primo gruppo e agguantare una posizione portando la sua RSV4 FW-STK al sesto posto.
La gara di Federico D’Annunzio è inizialmente caratterizzata da un adattamento alle condizioni della pista. Dopo i primi giri riesce a trovare il giusto compromesso alla guida della sua Aprilia abbassando notevolmente i tempi e facendo registrare il suo best nel corso dell’ultimo giro concludendo la gara in undicesima posizione.
I 10 punti guadagnati oggi da Lorenzo Savadori gli permettono di consolidare la seconda posizione in campionato con ben 42 punti di vantaggio sul primo inseguitore. Federico D’Annunzio passa in dodicesima posizione con 41 punti a sole dieci lunghezze dalla top ten.
National Trophy 1000 graziato dal mal tempo, poche ore prima della partenza spunta un timido sole che riesce ad asciugare tutta la pista bagnata dalla pioggia caduta nel corso della notte. Dalla quarta casella della griglia scatta bene Eddi La Marra in sella alla sua Aprilia RSV4 1100 Factory e recupera subito una posizione, poche curve e si porta in seconda posizione alla caccia del leader. Il pilota di Ferentino per continuare a inanellare giri veloci deve prendersi troppi inutili rischi quindi capisce che nella sua situazione di campionato è meglio concludere la gara a tutti i costi raccogliendo il maggior numero di punti. La Marra si stabilizza sul suo passo ingaggiando una battaglia sul finale di gara per il terzo posto. Alla bandiera a scacchi è quarto a soli due decimi dal podio.
Alex Sgroi perde tre posizioni in partenza e si ritrova nono al termine della prima tornata. Il catanese conferma l’ottimo passo delle qualifiche e giro dopo giro recupera posizioni riuscendo a terminare la gara in settima posizione. Il giovane siciliano continua ad accumulare esperienza e il team Nuova M2 Racing si aspetta una ulteriore crescita per la parte finale del campionato.
Il quarto posto di Eddi La Marra arriva dopo tre vittorie consecutive e gli consente di mantenere saldamente la prima posizione in campionato con 88 punti, ben 16 punti di margine sul primo inseguitore. Alex Sgroi è quinto in classifica generale con 39 punti.
Spazio per la lunga pausa estiva con il prossimo appuntamento in programma il week end del 21 e 22 settembre all’autodromo del Mugello con doppie gare sia in Superbike che nel National Trophy 1000.

Lorenzo Savadori - Superbike: “È stata una gara condizionata dal mal tempo. Sapevamo che avremmo sofferto perché abbiamo trovato poco grip e sul bagnato sono peggiorate le cose. Non siamo soddisfatti perché per questa gara 2 avevamo altre aspettative ma considerando che non eravamo a posto possiamo dire che avendo portato a casa un sesto posto è stata una gara positiva. Ringrazio tutte le persone che mi sostengono”.

Federico D’Annunzio - Superbike: “Una gara difficile con condizioni mai provate nel week end, questa mattina la pista era umida ma non bagnata come in gara. Peccato perché ho fatto fatica per trovare un buon equilibrio e riuscire a guidare come avrei voluto. Solo alla fine ho recuperato un po’ girando con tempi discreti sulla mia RSV4. Lavoreremo per cercare di recuperare alla prossima gara. Grazie a tutti per il supporto”.

Eddi La Marra - National Trophy 1000: “Andiamo via da Misano con un po’ di amaro in bocca. Il week end è partito un po’ male, speravamo nell’asciutto ed è arrivato per la gara ma non è servito perché abbiamo avuto un problemino che dovremo verificare. Guardando il bicchiere mezzo pieno devo essere positivo perché siamo riusciti a limitare i danni. Sarei voluto salire sul podio anche oggi perché mi ero dato l’obiettivo di non scendere mai dal podio ma non ci sono riuscito. Adesso organizzeremo un test con Nuova M2 Racing per arrivare preparati al Mugello. Grazie a tutto il team con cui sto lavorando molto duramente, agli sponsor e alle persone che mi seguono”.

Alex Sgroi - National Trophy 1000: “Gara sfortunata. Sono partito male e non sono riuscito a limitare lo scivolamento al posteriore. Pensavo d’aver guidato meglio ma non sono arrivati i tempi attesi. Vado via con un po’ di rammarico ma cercheremo di lavorare sodo per affrontare al meglio il prossimo doppio round del Mugello. Un ringraziamento al team e a tutte le persone che mi seguono”.

Classifica Campionato Superbike
1- Pirro M. 190pt.
2- Savadori L. 128pt.
3- Cavalieri S. 86pt.
...
12- D’Annunzio F. 41pt.

Classifica Campionato National Trophy 1000
1- La Marra E. 88pt.
2- Perotti F. 72pt.
3- Fabrizio M. 45pt.
...
5- Sgroi A. 39pt.

Classifica costruttori Superbike
1- Ducati 190pt.
2- Aprilia 132pt.
3. BMW 98pt.
4- Yamaha 72pt.
5- Suzuki 64pt.

 

GARA 1

NUOVA M2 RACING SUL PODIO CON LORENZO SAVADORI SU APRILIA RSV4 FW-STK
TOP TEN PER FEDERICO D’ANNUNZIO

Misano Adriatico (Italia), 27 Luglio 2019 - Scatta fortissimo Lorenzo Savadori in gara 1 Superbike del Campionato Italiano Velocità in sella all’Aprilia RSV4 FW-STK Nuova M2 Racing. Dalla terza casella ottenuta in qualifica balza davanti a tutti, riesce a staccarsi dal gruppo portandosi dietro i primi due inseguitori. Ben cinque giri al limite mantenendo la leadership per Savadori che nel corso del sesto giro è costretto a cedere il passo portandosi in seconda posizione. Gara show per il pilota Aprilia che fa sicuramente divertire il pubblico con numerosi traversi alla ricerca della massima prestazione, mantiene la seconda posizione fino alla fine gestendo bene gli oltre 8 secondi di vantaggio accumulati sul primo inseguitore e risparmiando lo pneumatico posteriore per il finale di gara.
Federico D’Annunzio scatta bene dalla seconda fila, rimane in top ten per tutta la prima metà di gara. Autore di un “lungo” alla curva della quercia è costretto a cedere due posizioni. Sul finale di gara riesce a recuperare sul gruppo effettuando due sorpassi che lo riportano in decima posizione.

Lorenzo Savadori - Superbike: “Sapevamo che qui purtroppo sarebbe stata difficile perché le Ducati hanno più punti di forza rispetto a noi, soprattutto in una pista come Misano in cui facciamo un po’ più fatica, comunque il risultato della gara è sicuramente positivo. Sono soddisfatto, dobbiamo cercare di fare un ulteriore step in avanti per la gara di domani, non sarà facile ma dobbiamo mettercela tutta. Un grandissimo ringraziamento ad Aprilia, a tutto il team Nuova M2 Racing che sta facendo un grandissimo lavoro e a Massimo Rivola che con Fausto Gresini è qui per supportarci”.

Federico D’Annunzio - Superbike: “Fino alla qualifica è stato un weekend molto, molto positivo, ho lavorato bene con il team Nuova M2 Racing nonostante le condizioni difficili del circuito inspiegabilmente è più scivoloso del passato. Ci siamo adattati bene a queste condizioni, sapevo che in gara sarebbe stato difficile tenere le ottime prestazioni della qualifica. Ho fatto un grosso errore in gara per provare a sorpassare alla quercia, arrivando quasi nella ghiaia facendo un lungo spropositato, sono rientrato molto indietro perdendo il distacco dal gruppetto con cui stavo battagliando. Con un gran ritmo ho ripreso il gruppo davanti a me e sono riuscito a passare due avversari. Per domani speriamo in condizioni asciutte. Grazie a tutti gli sponsor e alle persone che sono qui a tifare per noi”.