WSBK ARAGON 2016 - LA GARA

WSBK ARAGON 2016 - LA GARA

SUPERBIKE

LE APRILIA NEI PRIMI 10 AD ARAGON

Race 1: Savadori 10° al traguardo

La prima gara del week end di Aragon si è chiusa con buoni risultati per Lorenzo Savadori e Alex De Angelis, che hanno tagliato il traguardo rispettivamente in decima e undicesima posizione, in lotta tra di loro.
La gara di Savadori e De Angelis è stata differente, ma i due si sono ritrovati a lottare per la decima posizione nelle ultime battute di Gara 1, finendo in volata. Lorenzo Savadori che scattava dalla quarta fila con il dodicesimo tempo ottenuto in Superpole 2 ha avuto qualche problema di grip che lo ha costretto a recuperare posizioni dopo una buona partenza. Il campione in carica della Superstock, infatti, aveva conquistato subito la decima posizione ma la sua Aprilia RSV4 RF, con il passare dei giri, ha iniziato a muoversi molto, facendogli perdere alcune posizioni.
Per Alex De Angelis si è trattato, invece, di una gara di studio. I pilota di San Marino che solo una settimana fa è stato operato al braccio destro, partiva dalla sesta fila con il sedicesimo tempo, ma allo spegnersi del semaforo, riusciva a recuperare subito qualche posizione. Purtroppo Alex, che aveva preparato il suo attacco a Savadori, non si è reso conto di essere all'ultimo giro a causa della poca visibilità della sua lavagna esposta dai meccanici in una parte del muretto box molto affollata.

LORENZO SAVADORI
"La gara me l'aspettavo un po' diversa. Abbiamo avuto qualche problema di grip ai primi giri, un po' come era successo a Phillip Island. Quindi non sono riuscito a tenere la posizione che avevo dopo la partenza. Abbiamo avuto un poco di problemi e per questo dobbiamo cercare di sistemarci per domani, è stata una gara sofferta, ma abbiamo il potenziale per fare meglio. Il fatto di essere di nuovo in top ten mi fa piacere, è un bicchiere mezzo pieno, va bene, ma abbiamo preso un po' troppo distacco dai primi, secondo me se riusciamo a fare quel piccolo step in più possiamo pensare di migliorare questo risultato".

ALEX DE ANGELIS
"Non è andata per nulla male. Abbiamo fatto una gara in rimonta nonostante i problemi dell'operazione al braccio. In effetti negli ultimi giri ero un po' stanco, avevo tre piloti davanti a me ma anche loro non stavano tenendo un ritmo molto elevato e per questo con un po' di grinta e cattiveria sono riuscito a passarli tutti e tre. La mia lavagna era in mezzo a tante altre e non riuscivo mai a vedere quanti giri mancavano alla fine. Per questo non sapevo di essere nell'ultimo giro quando Lorenzo mi ha passato e ho perso la decima posizione. Questo non ci cambia la vita o la gara di oggi. Il mio obiettivo prima di Aragon era quello di fare una gara che facesse da fisioterapia per il braccio, in realtà ho fatto un week end che ha permesso alla squadra di raccogliere tanti dati che ci serviranno per il futuro".


Race 2: De Angelis ottavo in rimonta

Il Team Iodaracing lascia il Motorland Aragon con il miglior risultato per la stagione 2016 grazie all'ottavo posto ottenuto da Alex De Angelis in Gara2, mentre Lorenzo Savadori è undicesimo.
La seconda gara del week end di Aragon ha fatto segnare dei decisi passi in avanti a De Angelis e Savadori, i quali, grazie a delle modifiche al set up ciclistico delle loro Aprilia RSV4 RF, sono riusciti anche ad abbassare il gap sui primi di oltre dieci secondi rispetto a Gara1.
La gara in rimonta di Alex De Angelis è stata la sorpresa del week end. Il pilota di San Marino, che doveva affrontare il Round di Aragon con attenzione dopo l'operazione al braccio destro di poco più di una settimana fa, è riuscito, anche in Gara2 a scalare le posizioni dalla sedicesima della griglia di partenza fino all'ottava del traguardo.
Anche per Lorenzo Savadori, Gara2 ad Aragon è stata positiva. Il debuttante in Superbike ha peggiorato la sua posizione al traguardo rispetto alla gara di sabato, ma anche lui è più vicino ai primi rispetto a Gara1.

ALEX DE ANGELIS
"Quella che doveva essere una gara di fisioterapia è diventata una gara del tutto positiva. A noi serve fare chilometri e per questo non avrei saltato per nessun motivo, anche dopo l'operazione al braccio, l'appuntamento di Aragon. Oggi abbiamo fatto una mossa di ciclistica molto azzardata, per cui sapevamo che la nostra sarebbe potuta essere una gara nella quale non avevamo nulla da perdere, ma in realtà i cambiamenti fatti sono stati positivi e ci hanno aiutato a conoscere meglio la moto. Sono contento quindi per aver fatto una bellissima rimonta e il miglior risultato della stagione. La gara è stata molto bella, sono solo dispiaciuto di essere partito così indietro, altrimenti il mio ritmo poteva permettermi di fare addirittura meglio. Voglio ringraziare oltre alla squadra che ha fatto un buon lavoro nel week end anche il Dott. Guido Staffa dell’Unità Operativa del Sistema Nervoso Periferico Area Vasta Romagna di Faenza che mi ha operato consentendomi di correre a questi livelli".

LORENZO SAVADORI
"E' stata una gara tutto sommato positiva soprattutto per il fatto di aver guadagnato oltre dieci secondi il gap dai primi. Stiamo mettendo a posto il set up. Sappiamo che non è semplice ma sono certo che con il buon lavoro che stanno facendo i ragazzi di Iodaracing e il materiale di Aprilia potremo continuare a fare sempre meglio. Il mio obiettivo è quello di migliorare ad ogni uscita e anche se questa volta non è stato per la posizione, lo è stato per il distacco, andiamo avanti così".

Clicca qui per risultati e classifiche