WSBK PORTIMÃO 2015 - LE GARE

WSBK PORTIMÃO 2015 - LE GARE

SUPERBIKE

APRILIA SUL PODIO A PORTIMAO CON LEON HASLAM.
IN SUPERSTOCK 1000 LORENZO SAVADORI, SECONDO, CONFERMA LA LEADERSHIP SUA E DELLA APRILIA RSV4

Portimao, 7 giugno 2015 – Leon Haslam chiude brillantemente il weekend portoghese portando al terzo posto, in gara 2, la sua Aprilia RSV4 RF. Il podio di Leon è la giusta ricompensa sia per il lavoro svolto da Aprilia Racing - Red Devils sia per la determinazione del pilota inglese, ancora alle prese con il fastidioso infortunio alle costole rimediato a Imola.

Nella prima gara Haslam stava gestendo la quarta posizione prima che la pioggia, al quindicesimo giro, costringesse tutti i piloti al cambio gomma. Ripartito dai box, Leon è incappato in una brutta scivolata alla curva 5, tradito dal fondo insidioso. Risalito in moto ha poi concluso in dodicesima posizione.

Le due gare portoghesi non hanno portato a Jordi Torres i risultati sperati, nonostante il salto di qualità messo in mostra nelle prove. Nella prima gara il rookie spagnolo non è scattato in maniera decisa dovendo poi recuperare posizioni. La pioggia nel finale ha complicato le cose: Jordi infatti non aveva mai guidato la RSV4 sul bagnato e si è accontentato di concludere la gara senza rischi inutili.

SUPERSTOCK 1000: APRILIA E SAVADORI ANCORA SALDAMENTE IN TESTA AL CAMPIONATO

Con il secondo posto di Portimao, Lorenzo Savadori e la Aprilia RSV4 del Team Nuova M2 Racing confermano il loro stato di forma. Grazie ad una gara accorta, Lorenzo ha gestito la seconda posizione sul podio che gli consente di mantenere saldamente la leadership in campionato a tre gare dalla fine.
Ennesimo piazzamento in top-10 per Kevin Calia, settimo alla bandiera a scacchi e ora nono nella graduatoria piloti.

Leon Haslam: “Ho fatto un brutto errore in Gara1, cadendo sul bagnato e peggiorando la situazione delle costole. Nella seconda invece ho perso troppo tempo all’inizio, ho sbagliato un paio di cambi marcia perdendo il treno dei primi. Nella fase centrale di gara avevo un buon passo, sono riuscito a recuperare posizioni fino al terzo posto. Quando stavo raggiungendo Giugliano ho iniziato a perdere feeling con l’anteriore, mancava circa un secondo ma la gara era ormai finita. Salire sul podio era importante, sia per me che per la squadra visto quanto hanno lavorato i ragazzi in questo weekend”.

Jordi Torres: “E’ stato un weekend difficile, ma abbiamo fatto molti progressi. La RSV4 qui funzionava bene, siamo riusciti a migliorare anche rispetto a ieri con una piccola modifica prima delle gare. In Gara1 sono partito male, non mi sono fidato all’inizio. Poi ho impostato il mio ritmo fino ad arrivare nei dintorni della sesta posizione. Purtroppo la pioggia ha rovinato tutto, era la prima volta che guidavo la RSV4 sul bagnato e sono stato attento solo a non cadere e rovinare tutto. In Gara2 sono partito più cattivo, a metà gara avevo il passo per controllare bene la sesta posizione. Negli ultimi giri pero’ ho avuto un calo repentino della gomma posteriore. Non ho rischiato e mi sono accontentato di portare a casa punti importanti, purtroppo durante le prove su un circuito nuovo si fatica a valutare bene il rendimento sulla distanza di gara”.