WSBK JEREZ 2015 - FREE PRACTICE

WSBK JEREZ 2015 - FREE PRACTICE

SUPERBIKE

SULLA PISTA DI CASA JORDI TORRES TROVA SUBITO UN BUON RITMO CON LA SUA APRILIA

ANCHE LEON HASLAM SODDISFATTO DELLE DUE SESSIONI ODIERNE

 

Jerez de la Frontera, 18 settembre 2015 – Nonostante una lunga pausa, i piloti del Mondiale Superbike hanno impiegato pochi giri per riprendere il ritmo gara nella prima giornata a Jerez de la Frontera. In un clima decisamente estivo, l’Aprilia Racing Team – Red Devils ha lavorato su due fronti: la valutazione degli pneumatici disponibili e la loro gestione su più tornate.

Jordi Torres, pilota di casa, tiene particolarmente a questo appuntamento e lo ha dimostrato in entrambe le sessioni odierne. Quinto questa mattina, dove è incappato anche in una innocua scivolata alla curva 1, il pilota spagnolo ha fatto segnare il terzo tempo nelle FP2 a poco più di un decimo dal miglior crono. Nel finale, mentre stava continuando la sua crescita, è rimasto vittima di una seconda scivolata questa volta alla curva 2. Sessione conclusa in anticipo quindi, ma con buone sensazioni in sella alla sua Aprilia.

Anche Leon Haslam si è dichiarato soddisfatto del ritorno in pista. Molto concentrato, il pilota inglese ha impostato entrambe le sessioni sulla gestione delle gomme, parametro fondamentale su questa pista in ottica gara. Il quinto tempo nelle FP2 (settimo nella combinata) è un buon punto di partenza su cui lavorare.

SUPERSTOCK 1000 FIM CUP

I turni di prove libere a Jerez, in vista della gara spagnola di domenica, sono stati positivi per gli alfieri Aprilia. Calia, Savadori e la wild card Andreozzi hanno chiuso rispettivamente al quinto, settimo e nono tempo, tutti abbondantemente dentro il secondo di distacco dalla testa della classifica provvisoria. I piloti del team Nuova M2 Racing hanno lavorato soprattutto in ottica gara, cercando l'equilibrio ottimale nell'assetto delle loro Aprilia RSV4 RF.

 

Jordi Torres: “Oggi non è andata male ma so che possiamo fare meglio, voglio fare meglio sulla pista di casa. Le due scivolate hanno cause simili, faccio ancora fatica in frenata, domani dovremo provare qualcosa di più importante per migliorare il feeling con l’anteriore. Per fortuna si è trattato di cadute a bassa velocità, senza grossi danni. Se riuscirò a fermare bene la RSV4 in ingresso curva poi miglioreremo anche in percorrenza e in uscita, abbiamo il potenziale per fare uno step ulteriore”.

 

Leon Haslam: “Sono piuttosto felice di com’è andata, siamo fermi da parecchio tempo ma è bello tornare su una pista dove abbiamo già avuto modo di girare nel corso dei test. Come sempre il venerdì stiamo provando molte soluzioni diverse, il feeling è già buono anche se non sono stato velocissimo con gomme nuove. Abbiamo fatto un buon lavoro, ora non ci resta che raccogliere le idee per domani”.