WSBK, ROUND 6 - BRNO

WSBK, ROUND 6 - BRNO

In un'avvincente e molto combattuta Race 2 a Brno, i piloti di Milwaukee Aprilia Eugene Laverty e Lorenzo Savadori hanno firmato il miglior risultato del team nella WorldSBK, portando a casa la quarta e la quinta posizione.

Dopo una gara anch'essa molto combattuta nella Race 1, nella quale sono arrivati, rispettivamente, sesto e settimo, nella competizione di domenica Eugene e Lorenzo hanno conquistato il terzo e il quarto posto. Eugene si è allontanato con forza dalla prima fila e ha ingaggiato una battaglia con Lowes e Van der Mark, mentre, inizialmente, Lorenzo si è trovato in difficoltà, ed è scivolato all'ottava posizione.

Eugene è andato un po' largo e, al secondo giro, ha lasciato a Melandri la terza posizione, mentre un incidente toccato a Rea mentre quest'ultimo si trovava in settima posizione ha fatto guadagnare un posto a Lorenzo. Eugene ha combattuto con Davies per la quarta posizione ma non c'è riuscito, prima che Melandri andasse un po' largo e abbandonasse la contesa.

Da lì in poi, i compagni di squadra si sono trovati nel bel mezzo di un'intensa battaglia, con Rinaldi in quinta posizione e l'andatura costante di Eugene che lo teneva a distanza, mentre Lorenzo era in configurazione d'attacco e sembrava veramente a suo agio sulla sua Aprilia. Da pochissimi decimi di secondo di distanza, Eugene cercava un piccolo varco, e al 14° giro Lorenzo ha effettuato una mossa incisiva su Rinaldi per impadronirsi della quinta posizione. Hanno percorso i giri finali a brevissima distanza l'uno dall'altro e hanno tagliato il traguardo con una differenza di soltanto 0,294, portando così a casa il miglior risultato di sempre del team nella WorldSBK e dimostrando l'evidente progresso ottenuto durante gli ultimi due giri.

Ora il campionato si sposta per il Round 8 a Laguna Seca in California, USA, su una pista che dovrebbe esaltare i punti di forza di Aprilia e che ha consegnato al team 8 ottimi piazzamenti nel 2017.

Shaun Muir - Team Principal
"Ovviamente questo weekend a Brno ci ha galvanizzati, abbiamo avuto due ottimi piazzamenti in due gare e abbiamo portato a casa la migliore performance di sempre della nostra campagna in WorldSBK.
Non è stato facile accettare di essere a solo 1,7s da Davies in terza posizione, lo stesso Davies che avevamo battuto ieri, ma adesso non vediamo l'ora di essere a Laguna Seca, una pista sulla quale potremo dare il meglio di noi.
Sono veramente orgoglioso del team, ha lavorato duro tutta la settimana ed è fantastico vedere che ci si mette anima e corpo. I piloti si trovano bene sulla moto: ci aspettiamo grandi cose."

Eugene Laverty #50 : Grid P3 - Race P4 - 13 points
"Oggi il team ha ottenuto un ottimo risultato, con me e Lorenzo a combattere per la quarta e la quinta posizione. Sapevamo che le premesse erano buone, così abbiamo dato il massimo.
Oggi puntavo al podio... alla fine non eravamo nemmeno troppo distanti, ma... l'andatura non era quella giusta. Oggi è stato più caldo, così avevo a disposizione meno grip al posteriore e il mio ritmo era un po' più lento.
A Laguna Seca continueremo così, e non smetteremo di spingere. Il quarto posto non è male, ma ho un disperato bisogno di tornare sul podio. Sono passati 4 anni dall'ultima volta che sono stato sul podio e l'intero team si merita un buon risultato, così abbiamo un chiaro obiettivo per l'America."

Lorenzo Savadori #32 - Grid P4 - Race P5 - 11 points
"Oggi il piazzamento è stato buono, ma non sono molto contento di com'è andata la corsa. Penso che avremmo potuto essere più veloci e puntare al podio.
La mia partenza non è stata il massimo e ho perso alcune posizioni, così ho dovuto stringere i denti per doppiare gli altri piloti e guadagnare posizioni. Alla fine ero vicino ad Eugene e ho tentato di superarlo, ma non c'era abbastanza tempo.
Per il team è stato comunque un buon weekend, abbiamo fatto molti progressi. Attendo con impazienza l'evento di Laguna Seca: l'anno scorso siamo andati abbastanza bene, e sono sicuro che questa volta potremo fare ancora meglio."

Eugene Laverty e Lorenzo Savadori sono arrivati 6° e 7° nella Race 1 di sabato, dopo una bandiera rossa e un partenza malriuscita al circuito di Brno.

Un incidente alla curva 5 al 4° giro in mezzo ad altri piloti ha reso pericolose le condizioni della pista e reso necessario l'intervento della bandiera rossa. Sul campo di battaglia si scalpitava e si attendeva la ripartenza. Gli ufficiali di gara avevano annunciato la procedura di "quick restart", tuttavia un malfunzionamento delle luci di partenza ne ha imposto l'annullamento, e i piloti sono stati costretti ad aspettare che la gara ripartisse solo dopo aver ripreso i propri posti sulla griglia.

Alla ripartenza, entrambi i piloti erano in attacco: Eugene difendeva la settima posizione, mentre Lorenzo seguiva nono. Grazie a quanto hanno guadagnato nel periodo di bandiera rossa hanno dimostrato di essere decisamente più in forma, con Eugene che è riuscito a superare Davies, guadagnando la sesta posizione al 7° giro, e Lorenzo che ha doppiato Camier, risultando così ottavo al 9° giro. Lorenzo ha poi continuato, attaccando Davies per la settima posizione al 12° giro. Eugene ha poi trascinato Lorenzo, guadagnando così la sesta e la settima posizione, assicurando a Milwaukee Aprilia un totale di 19 punti, grazie ad un altro epilogo positivo dai punti doppi.

Con la terza e quarta posizione di partenza, dalle file 1 e 2, nella Race 2, grazie alla forza in continuo miglioramento del proprio team, i piloti avranno a disposizione un'altra grande opportunità di portare a casa un bel bottino di punti, collocandosi tra i primi

Shaun Muir - Team Principal
"Abbiamo fatto un grosso passo avanti a Brno, abbiamo dotato entrambi i piloti di gomme di diametro maggiore, che con Lorenzo hanno fatto la differenza a Donington, ed entrambi ci hanno lavorato su nel weekend. Eugene all'inizio non era riuscito ad arrivare alla Superpole 2, ma in realtà per lui questo è stato positivo, visti i suoi progressi nella sessione di Superpole 1.
La corsa è stata positiva per tutti e due i piloti, che si sono dimostrati entrambi combattivi. Eugene e Lorenzo sono stati a breve distanza uno dall'altro per l'intera corsa, e sono finiti solo a pochi secondi dal quarto e quinto posto, cosa, questa, decisamente incoraggiante.
Domani nella Race 2 la partenza sarà alla terza e alla quarta posizione. Forti di questo, puntiamo alla presenza di entrambi i piloti nella top 6. In caso di successo, questo sarà il coronamento di un buon weekend e ci darà la giusta spinta per partire per l'America".

Lorenzo Savadori #32 : Grid P7 - Race P7 - 9 points
“Oggi non è andata così male, alla partenza ho avuto un piccolo problema con la frizione, e alla terza ripartenza è stato davvero difficile cavarmela. Ho perso alcune posizioni e ho dovuto spingere tanto per trovare un varco, ma la moto teneva un buon passo.
Per una parte della gara ho avuto problemi con l'anteriore e ho scelto una gomma diversa, come quella della maggior parte degli altri piloti, così questo è un campo sul quale domani potremo lavorare. Ho combattuto con Davies per un po' di giri e questo mi è piaciuto, poi sono riuscito a superarlo, guadagnando sul filo di lana la settima posizione;
anche questo ci fornisce altri buoni spunti.
Vorrei un feeling maggiore all'anteriore nella Race 2 e spingere molto di più. Ora la moto si comporta meglio con il pieno e mi trovo bene con la gomma più grande, e così, partendo dalla quarta posizione, spero in un'altra bella gara."

 

Eugene Laverty #50 : Grid P5 - Race P6 - 10 points
“Oggi abbiamo avuto un bella sorpresa, dopo le difficoltà incontrate durante le prove libere di ieri. Le prove di questa mattina però sono andate veramente bene, e si può dire lo stesso delle qualifiche. Nella Superpole I guadagnavo forza a ogni giro, e la quinta posizione è un buon risultato.
Il periodo della bandiera rossa ci è venuto in aiuto, visto che nella prima parte ero in difficoltà, per colpa dell'abbinamento dei settaggi della moto con il pieno di carburante. All'inizio non erano propriamente ottimali, ma quando mi sono impuntato i ragazzi hanno apportato alcune buone modifiche all'anteriore della moto, e così ho potuto spingere molto di più.
Speriamo che i risultati di domani siano ancora migliori, adesso sappiamo come comportarci quando abbiamo il pieno di carburante, e partire in terza posizione ci mette in condizione di guadagnare dei bei punti nella Race 2."