WSBK, ROUND 5 - IMOLA

WSBK, ROUND 5 - IMOLA

RACE 2

Milwaukee Aprilia guadagna solidi punti in gara 2 a Imola

Dopo una difficile gara 1 a Imola, Milwaukee Aprilia ha fornito una prestazione migliorata per segnare punti con entrambi i piloti nella gara 2. Bandiera rossa al primo giro per un problema al motore della Kawasaki di Badovini, che ha causato condizioni pericolose per la pista e forzato un riavvio di gara. Il pilota Eugene Laverty è partito dalla postazione10 sulla griglia, compiendo una forte fuga e tenendosi in postazione 8. Chiudendo le Yamaha di Van der Mark e di Lowes, ha colto una opportunità nel giro 12 per forzare un passaggio su Van der Mark per raggiungere la settima posizione, con cui ha terminato la gara. Chiudendo un weekend di prova a Imola, Lorenzo Savadori ha iniziato dalla 12° posizione. La sua fuga è stata lenta, ma si è stabilizzato in un ritmo costante, e gradualmente, ha condotto una gara utile per arrivare alla zona punti. Ben difendendosi da De Rosa e da Bradl, è riuscito alla fine a portare a casa punti chiudendo al 13° posto.

Il team è ora nel Regno Unito per il Round 6 del Campionato WorldSBK del 2017, per il round di casa a Donington Park, dove spera di ottenere migliori risultati per i tifosi e compiere ulteriori passi avanti. Il round 6 della stagione 2017 si svolgerà dal 26 al 28 maggio a Donington Park.

Mike Shanley, Team Manager
Abbiamo fatto un passo avanti con Eugene oggi, in quanto è stato in grado di mantenere così bene il suo ritmo. Imola non è mai stato un grande circuito per l'Aprilia, ma è stato incoraggiante oggi vedere che poteva tenere la posizione nei punti. Per Lorenzo è stato un week-end nel complesso difficile. Ha lottato per trovare il feeling con la sua moto venerdì, e ha perso un sacco di tempo durante la gara, cosa che lo ha urtato. E’ positivo che sia riuscito a ottenere punti in entrambe le gare, ma dobbiamo trovare più fiducia per spingere la moto in modo ancora più forte. È chiaro che dobbiamo trovare un passo più forte. Siamo molto lontani da dove dovremmo essere adesso, dietro ai piloti di testa. Abbiamo molto lavoro davanti a noi prima della nostra gara di casa a Donington Park; sarebbe bello per noi fare bene, ma dobbiamo identificare come possiamo chiudere il divario.

Eugene Laverty, moto n. 50. Griglia 10°. Gara 7° - 9 punti
“Oggi è stato uno dei migliori risultati dell'anno ma, soprattutto, è stata la prima gara dove sono riuscito a mantenere il passo e andare avanti fino alla fine. Abbiamo imparato molto, soprattutto per quanto riguarda la distribuzione del peso con cui abbiamo combattuto. Questa gara ha confermato quanto rilevato nel corso degli ultimi round e quale direzione dobbiamo prendere; speriamo di testare e portare avanti alcune idee a Donington Park per fare passi avanti. Sono ottimista ed entusiasta di correre nel round di casa in Inghilterra, e vorrei compiere un passo avanti proprio davanti ai nostri tifosi”.

 

Lorenzo Savadori, moto n. 32. Griglia 12°. Gara 13° - 3 punti
“Questo week-end è stato molto difficile per me. Oggi la mia partenza è andata bene, ma era difficile combattere con gli altri piloti attorno a me. Il problema principale oggi è stato fermare la moto e girare, che è stato un problema anche ieri. Sono felice di avere guadagnato punti per la squadra in entrambe le gare, ma sappiamo che possiamo combattere per le posizioni più alte. Non abbiamo iniziato questo fine settimana in una buona direzione, ma abbiamo molti dati da analizzare per la prossima gara a Donington Park. So per certo che i ragazzi di SMR e Aprilia Racing stanno lavorando molto duramente e credo che possiamo fare progressi per il Round 6.”

RACE 1

Milwaukee Aprilia ha guadagnato punti in una deludente gara 1 a Imola

E’ stata una gara 1 mista per il Milwaukee Aprilia team a Imola, con Lorenzo Savadori che ha guadagnato ulteriori punti ed Eugene Laverty ritirato dopo un incidente.

Le sessioni di Superpole del sabato erano state promettenti per la squadra, con Eugene qualificatosi in un’incoraggiante 6a posizione, andando direttamente alla Superpole 2 dalle prove libere. Anche Lorenzo ha tagliato la SP2 dopo un forte giro nella prima sessione di qualificazione, allineandosi al 10° posto sulla griglia di partenza, nonostante le difficoltà con la sua moto che hanno caratterizzato questo fine settimana. Lorenzo ha subìto un lento inizio, scivolando inizialmente al 13° posto. Sebbene il suo ritmo non sia stato veloce, è stato comunque coerente, mantenendo la posizione per la maggior parte della gara. Verso la fine della gara ha forzato un passaggio sulla Kawasaki di De Angelis riuscendo a portare la sua moto al 12° posto. Eugene ha compiuto una buona fuga e ha preso rapidamente il quinto posto. Anche se non riusciva a gestire il ritmo delle prime quattro moto davanti a lui, correva bene nel mezzo della pista, ingaggiando battaglie con la Ducati di Fores e la MV Agusta di Camier. Mentre il suo ritmo calava, Eugene è andato verso le Yamaha di Van der Mark e di Lowes, difendendosi bene da entrambi fino a quando un movimento ritardato da Lowes ha portato a un contatto delle moto. La moto di Eugene ha subito la rottura del freno anteriore e non è riuscito a rallentare mentre si avvicinava al Turn 17, ma è riuscito a saltare dalla sua moto ad alta velocità evitando una collisione con il muro. E’ stato visitato al Centro Medico per i controlli precauzionali, ma è stato ritenuto idoneo per correre la gara di domenica. La squadra ora ha un gran numero di dati da analizzare in preparazione per la gara 2 di domenica, puntando ad ottenere punti e un risultato forte per entrambi i piloti.

Mick Shanley, Team Manager
“E’ stata davvero una giornata tra alti e bassi. Con Eugene le cose sono positive, è stato coerente in FP1 e poi immediatamente più veloce nella seconda sessione delle prove libere. Ha avuto un piccolo incidente strano che ha rotto il ritmo della sessione. Abbiamo alcune cose su cui lavorare per migliorare l'equilibrio della moto, e lui potrebbe essere in una posizione migliore per la FP3 e la Superpole. Questo è uno dei circuiti di casa per Lorenzo, ma oggi ha dovuto lottare duramente. Può essere ancora conseguenza del suo precedente incidente ad Assen, ma c'è ancora qualcosa che dobbiamo trovare e migliorare sulla sua moto. Sicuramente lavoreremo più duramente possibile per cercare e trovare risposte per lui per la gara di domani, sperando che possa avere una giornata migliore”. 

Eugene Laverty, moto n. 50. Griglia 6° - Gara OUT.
“Sono stato ottimista alla partenza perché la moto era ok, ma ho cominciato a perdere il passo dopo circa 7 giri e sono rimasto indietro. Ho provato ad agganciarmi ai piloti di testa, e poco prima che avvenisse l'incidente, la moto andava bene. Oggi non abbiamo avuto molto presa sulla parte posteriore. Era buona alla partenza, poi è andata via per ritornare durante la metà della gara, cosa davvero strana. Questo è qualcosa che dobbiamo guardare da vicino: a volte sentivo di poter spingere veramente, ma è stato deludente vedere gli altri piloti che passano avanti. Sto bene dopo l'incidente e ho pensato che mi sarei fatto davvero male, ma il mio equipaggiamento ha fatto il suo lavoro e sono pronto a tornare sulla moto domani. È difficile sapere come andrà domani, ovviamente ci sono spunti positivi da considerare dalla giornata di oggi, ma dobbiamo analizzare bene dove abbiamo le maggiori difficoltà”. 

 

Lorenzo Savadori, moto n. 32. Griglia 10° - Gara 12° - 4 punti
“Il weekend è stato difficile per me finora. Abbiamo ancora dei problemi e abbiamo cambiato molte cose sin dalle sessioni di prova. Oggi abbiamo fatto un grande sforzo in Superpole 1 e sono stato felice di entrare nella seconda sessione di Superpole. La gara è stata piuttosto difficile perché ho dovuto combattere per trovare feeling con la moto. Il mio passo era abbastanza coerente ma non veloce, ma sono contento che sia stato in grado di mantenere la mia posizione e ottenere altri punti terminando al 12° posto. Sicuramente nessuno di noi è contento del risultato di oggi, ma so che i ragazzi lavoreranno duramente e poi mi piace molto questa pista. Perdere il tempo venerdì ci ha davvero ferito, ma penso che possiamo avere una gara migliore domani e mi sento positivo”.