WSBK, ROUND 2 - CHANG

WSBK, ROUND 2 - CHANG

RACE 2

Gara 2 deludente a Chang dopo un weekend difficile

Milwaukee Aprilia ha affrontato un’altra gara difficile nel Round 2 – sul Chang International Circuit di Buriram, in Thailindia – terminato con un 15° posto e un ritiro

Partendo rispettivamente 10° e 12° dopo i risultati in Gara 1, Eugene Laverty e Lorenzo Savadori hanno compiuto ogni sforzo per stare con il gruppo di testa e guadagnare posizioni. Eugene ha corso costantemente in 6a posizione prima della bandiera rossa alzata per un incidente del compagno di squadra Lorenzo, forzando una ripartenza. Eugene ha corso fino al 5 ° posto, ma un errore sfortunato gli ha fatto cadere la moto riuscendo poi ad agganciare il 16° posto. Ha recuperato per chiudere la gara al 15° posto guadagnando 1 punto. Dopo un problema tecnico in Gara 1, Lorenzo ne ha poi subito un altro al 4° giro in Gara 2. Il problema ha causato un incidente con bandiera rossa per Lorenzo, che ha perso l’8° posto ed è stato costretto al ritiro. E’ stato visitato al Centro Medico, ma è stato subito dimesso e sarà in forma per correre il prossimo Round ad Aragona. La squadra dunque è già orientata al Round 3, in Spagna, per la fase europea della stagione 2017. Rivela una serie di aggiornamenti importanti da testare sul circuito Motorland di Aragona nell’arco di tre settimane, tempo che il team intende utilizzare per raggiungere un altro step in termini di prestazioni, per lottare per ottenere migliori risultati.

Il Round 3 della stagione WSBK 2017 si correrà sul circuito Motorland di Aragona, in Spagna, nel weekend dal 31 Marzo al 2 Aprile.

Mick Shanley, Team Manager
E' stato un fine settimana deludente e difficile per la squadra. Abbiamo dimostrato impegno e buona velocità, ma al momento vi sono alcune questioni che non ci permettono di dimostrare il nostro potenziale. Partiamo da qui per analizzare in totale i dati di questo weekend di gara, e lavoreremo duro con Aprilia per capire e affrontare i problemi. Per Aragona abbiamo già un paio di cose in cantiere, quindi abbiamo bisogno di un colpo di spugna, di riorganizzarci e di tornare a combatter nel Round 3.

Eugene Laverty, moto n. 50. Griglia 7°. Gara 15°.
“La prima metà della gara è stata difficile, partendo molto indietro, così sono stato più aggressivo per guadagnare posizioni. Ho frenato più del solito in alcuni punti e l’anteriore della moto ha lavorato duramene; in un certo senso la bandiera rossa mi ha dato il tempo di riorganizzarmi. Dopo la ripartenza, le condizioni della pista erano scivolose e il pneumatico anteriore si muoveva molto. Ho avuto vari avvertimenti e ho cercato di stabilizzarmi nella mia posizione, ma ho perso l'anteriore così tante volte che, infine, dopo 8 giri sono caduto. Non è bello guidare in questo modo, dove non si può spingere al 100%, senza schiantarsi, ma sappiamo dove dobbiamo migliorare. Abbiamo avuto poco tempo tra Phillip Island e Chang per lo sviluppo, ma abbiamo alcuni aggiornamenti e nuove idee che arriveranno per Aragona, e sono fiducioso che possiamo fare un grande passo avanti”.

 

Lorenzo Savadori, moto n. 32. Griglia 9°. Gara: ritirato per caduta.
“Non è stato un weekend facile per me, con diversi problemi tecnici in Gara 1 e in Gara 2. Oggi sono partito arretrato, il che mi ha costretto a spingere, ma stavo lottando durante alcuni giri. Ma poi ho avuto un problema tecnico che ha causato l’incidente. Non sono ancora esattamente sicuro di quello che è successo, ed è ciò che dobbiamo capire. L'incidente era abbastanza serio, ma io sto bene, sono OK e ringrazio il mio casco. Ora guardiamo ad Aragona. Abbiamo un bel po’ di duro lavoro da portare avanti, ma so di essere in buone mani con SMR e Aprilia Racing. Ci sono nuove cose da testare e da mettere a punto in Spagna, e credo che faremo buoni progressi”.

RACE 1

Gara 1 difficile a Chang per Milwaukee Aprilia

Prima gara dura per il Milwaukee Aprilia sul circuito di Chang nel Round 2 del Campionato Mondiale Superbike.

Buone performance del team nelle qualifiche, con Lorenzo Savadori che ha affiancato il compagno di squadra Eugene Laverty nella Superpole 2, dopo una buona performance in Superpole 1. In Gara 1, allineandosi rispettivamente al 7° e al 9° posto in griglia, Eugene e Lorenzo sono partiti bene in gara, mantenendo le loro posizioni mentre combattevano con il gruppo. Entrambi i piloti hanno avuto un ritmo costante, poi sono stati costretti a rallentare da alcuni aspetti tecnici. Lorenzo si è posizionato al 13° posto guadagnando 3 punti. Eugene ha ben guidato mantenendo il 7° posto per gran parte della gara, ma poi ha avuto uno sfortunato problema tecnico nell'ultimo giro che lo ha costretto al ritiro.
Il team ha dovuto riorganizzarsi per la Gara 2 di domenica, cercando di spingere al massimo per ottenere risultati migliori. 

Shaun Muir, Team Principal
“Oggi non era la nostra giornata. Eugene ha lottato duramente per il suo 7° posto in griglia che ci avrebbe fatto guadagnare punti preziosi, ma purtroppo ha avuto un problema tecnico. Abbiamo alcuni dati utili da analizzare, emersi dalla sua gara, e provvederemo a recuperare stasera per essere pronti domani. Lorenzo ha avuto un problema dopo la Superpole 2, lottando per tutta la gara per mantenere l’equilibrio della ruota. Non poteva per questo entrare davvero nel ritmo della competizione e ha dovuto lottare per arrivare in zona punti. Entrambi i piloti e la squadra lavoreranno per alcuni cambiamenti positivi stasera, e faremo del nostro meglio per domani”. 

Lorenzo Savadori, moto n. 32. Griglia 9° - Gara 13°.
“Oggi è stata una gara difficile. Ero contento di essere entrare in Superpole 2 e di combattere nella top 10, i nostri tempi sul giro erano ok. All'inizio della gara ho mantenuto il mio posto, ma ho iniziato a ricevere alcune vibrazioni dalla moto e ho dovuto lottare molto per terminare la gara. Ho perso un sacco di posizioni verso la fine chiudendo 13°: è stato deludente. Dobbiamo controllare i dati stasera per fare qualche progresso, perché comunque abbiamo trovato alcune cose buone e utili in questo fine settimana. Lavoreremo duro questa sera e nel warm up di domani per essere pronti per la gara”.

 

Eugene Laverty, moto n. 50. Griglia 7° - Gara: ritirato.
“Ero abbastanza contento di com’era andata la Superpole, e abbiamo trovato un buon passo durante la practice. In gara stavo andando bene durante i primi giri, il ritmo era ok ed ero in grado di stare con i piloti davanti. A metà della gara ho avuto qualche vibrazione che mi ha rallentato, ma ho mantenuto la posizione. Poi, nell'ultimo giro, la moto ha rotto ed è stato deludente. I ragazzi del team potranno scoprire esattamente cosa è successo, cosa ha fermato la mia gara. Sono ottimista per domani. Stiamo facendo passi avanti durante questo weekend, anche se i risultati non lo dimostrano. Oggi si è evidenziato che il nostro passo di gara sta migliorando, e penso che possiamo spingere oltre e fare meglio in Gara 2 domani”.