SCOTT REDDING IN QUINTA FILA E ALEIX ESPARGARO' IN SESTA A SILVERSTONE

SCOTT REDDING IN QUINTA FILA E ALEIX ESPARGARO' IN SESTA A SILVERSTONE

MotoGP

SCOTT REDDING IN QUINTA FILA E ALEIX ESPARGARO' IN SESTA A SILVERSTONE

La ben nota variabilità metereologica di Silverstone ha giocato la parte da protagonista della giornata di qualifiche MotoGP. La sessione FP4, iniziata con pista asciutta, si è poi conclusa anzitempo a causa di una serie di cadute con l'asfalto reso insidioso dalla pioggia. Anche Aleix Espargaro' è rimasto coinvolto in un fuoripista, riuscendo a non scivolare e riportando ai box la sua Aprilia RS-GP.

In qualifica la pista inglese si presentava divisa in due parti: ad un tratto quasi asciutto si contrapponeva l'asfalto bagnato, obbligando i piloti alla scelta delle gomme da pioggia. Scelta che non ha premiato Aleix Espargaró, autore di un solo giro lanciato nel finale e relegato in sesta fila.

Ha trovato un buon ritmo Scott Redding, sempre veloce in queste condizioni, bravo a sfruttare al meglio il suo feeling nei tratti più umidi. La quinta fila in quattordicesima posizione e le previsioni di pioggia per domani possono permettergli di ambire ad una buona gara.

ALEIX ESPARGARO'

"I maggiori problemi, anche sul bagnato, derivano dalle irregolarità dell'asfalto. Nelle FP4 sono stato tra i primi a scendere in pista con gomme da bagnato, e alla fine del rettilineo opposto al traguardo era impossibile frenare a causa dell'acquaplaning. Credevo di cadere, invece sono riuscito a rallentare abbastanza sulla ghiaia fino a fermarmi a ridosso dell'airfence. Purtroppo Tito è stato colpito da una moto mentre era a terra, spero innanzitutto che le sue condizioni non siano troppo gravi. In qualifica la gomma morbida con cui siamo partiti non era la scelta migliore, sono rientrato per prendere la seconda moto ma ho avuto tempo per un solo giro lanciato. Credo che con un secondo giro la Q2 sarebbe potuta essere alla nostra portata. Per domani sarà importante prendere la decisione giusta, mettendo sempre in primo piano la sicurezza, perchè con il bagnato ci sono dei punti molto critici".

SCOTT REDDING 

"In qualifica la pista bagnata ci ha aiutato, ma il circuito era diviso in due parti. Ero veloce sulle chiazze umide ma perdevo qualcosa sull'asciutto, in questi casi la scelta delle gomme è sempre un compromesso. A Silverstone situazioni come quella di oggi sono la normalità, direi che sono parte del fascino di questa gara. Domani preferirei correre con pista bagnata, in ogni caso daro' il massimo per offrire un buono spettacolo ai tanti tifosi".

Official Partners

Technical partners