PRIME PROVE IN ARGENTINA. APRILIA PORTA ENTRAMBI I PILOTI A RIDOSSO DELLA TOP-TEN

PRIME PROVE IN ARGENTINA. APRILIA PORTA ENTRAMBI I PILOTI A RIDOSSO DELLA TOP-TEN

MotoGP

DOMANI SIA ESPARGARO’ SIA REDDING LOTTERANNO PER IL PASSAGGIO IN Q2

Malgrado il meteo incerto, con qualche goccia di pioggia e condizioni difficili da interpretare, sia Aleix Espargaró sia Scott Redding si sono nettamente migliorati tra la prima qualifica del mattino e la sessione pomeridiana, impresa che non è riuscita a tutti i piloti della MotoGP impegnati in vista della gara argentina di domenica prossima. Alla fine entrambi hanno sfiorato la top-ten. Aleix ha chiuso dodicesimo (in 1'40.800) a soli 85 millesimi dalla decima piazza, proprio davanti a Scott, tredicesimo in 1'40.839.

Per i piloti Aprilia è stata una giornata di gran lavoro, resa difficile dalle condizioni della pista piuttosto sporca al mattino e con la complicazione dell’incertezza meteo nella FP2. Come sempre, nel box dell’Aprilia Racing Team Gresini, si è cercato di lavorare sia sul giro secco sia sul passo gara, Aleix, contento dei progressi di elettronica e erogazione, vuole migliorare nella ciclistica, Redding ha anche fatto prove comparative con gli assetti usati nella prima gara in Qatar. 

 

ALEIX ESPARGARO'

"Dobbiamo ancora trovare il giusto bilanciamento per essere veloci su questa pista. Nel pomeriggio abbiamo migliorato abbastanza il feeling per quanto riguarda l'elettronica e la gestione della potenza, ora dobbiamo lavorare sulla ciclistica. A livello di distacchi non siamo lontani, ma pensando ai 22 giri della gara è chiaro che dobbiamo crescere. Ho bisogno di più feeling soprattutto nel trasferimento tra frenata e accelerazione, dove perdo grip. Oggi è stata una giornata complicata per noi e certo, l’asfalto non era in condizioni perfette ma dobbiamo saperci adattare alle diverse condizioni".

SCOTT REDDING 

"Oggi abbiamo riprovato la moto che in gara in Qatar non mi aveva dato il giusto feeling, ed anche qui lo ha confermato. Quindi sappiamo dove lavorare, perché con l'altra RS-GP mi sono trovato piuttosto bene, con le stesse, buone sensazioni avute nei test. Purtroppo oggi ho sofferto con il mal di schiena, specialmente questa mattina quando non riuscivo quasi a scendere dalla moto. Grazie ai trattamenti nelle FP2 mi sono trovato molto meglio, sono riuscito a concentrarmi sulla guida e nel complesso sono soddisfatto della giornata". 

Official Partners

Technical partners