SOLO UNA PENALITA’ PER JUMP START FRENA LE AMBIZIONI DI ESPARGARO’ AL MUGELLO

SOLO UNA PENALITA’ PER JUMP START FRENA LE AMBIZIONI DI ESPARGARO’ AL MUGELLO

MotoGP

IL QUINTO TEMPO ASSOLUTO IN GARA CONFERMA IL VALORE DI ALEIX E DELLA SUA APRILIA

Quando i giochi erano fatti, con la gara largamente compromessa, Aleix Espargaró e la sua Aprilia si sono tolti lo sfizio di essere i più veloci in pista. Anche più rapidi dei piloti in lotta per la vittoria. Ma il tempo di 1'47.885, staccato a nove giri dalla fine, quinto miglior giro assoluto in gara, rimane solo una consolazione, pur non banale, in una corsa che per Aleix è finita allo spegnersi del semaforo. Alla partenza la RS-GP si è infatti mossa con un anticipo evidentemente ininfluente sulla performance ma sufficiente a esporre Aleix al rischio di penalità che è puntualmente arrivata obbligando lo spagnolo a un ride through (passaggio dalla pit lane) che lo ha relegato lontano dal gruppo e lontanissimo dalla lotta per la top ten nella quale era coinvolto.

Rientrato in pista - e prima di fermarsi per le conseguenze di un dritto nella ghiaia - Aleix ha messo in luce quel bel passo gara che, in tutto il weekend, aveva alimentato nell’Aprilia Racing Team Gresini la speranza di cogliere quei risultati che sono evidentemente alla sua portata. Non è abbastanza per salvare il weekend ma è un buon viatico per la prossima gara che, già domenica prossima, vedrà la MotoGP sul circuito catalano del Montmelò.

Sam Lowes ha chiuso diciannovesimo. Dopo un buon avvio che lo ha visto avvicinarsi al centro gruppo Sam ha dovuto fronteggiare una perdita di feeling all’anteriore che lo ha rallentato.

ALEIX ESPARGARO'


"E' davvero un peccato, per la prima volta nella mia carriera ho fatto un jump start e non ci voleva. Voglio innanzitutto chiedere scusa al mio team, questa è una gara particolarmente importante per Aprilia e la RS-GP andava molto bene, le sensazioni erano le migliori di tutta la stagione. Il passo sul 48 basso, dopo il ride through e quindi senza particolari motivazioni e senza il beneficio della scia, dimostra che potevamo lottare per posizioni importanti. Dopo una uscita nella ghiaia qualcosa non funzionava bene nella selezione delle marce quindi sono rientrato ai box. Ancora una volta abbiamo fatto vedere di essere veloci ma torniamo a casa senza punti, ora abbiamo bisogno di tornare stabilmente nelle posizioni che meritiamo".


SAM LOWES


“Mi aspettavo di poter fare una gara migliore oggi, perché nei primi 6 giri mi sentivo molto a mio agio: sono riuscito a superare diversi piloti girando subito su buoni tempi, scendendo anche sotto 1’49”. A un certo punto ho iniziato a perdere feeling con l’avantreno e di conseguenza ho faticato a mantenere un buon ritmo. Una situazione che mi ha condizionato fino a fine gara. Peccato perché durante il fine settimana non avevo mai avvertito questo tipo di problemi. Voglio comunque guardare ai vari lati positivi emersi in questo weekend: sono comunque contento di aver portato a termine la corsa e di aver ottenuto un tempo sul giro che di fatto si discosta di un solo secondo rispetto al migliore. Sto imparando molto ad ogni gara e stiamo andando nella direzione giusta”.
 

ROMANO ALBESIANO - APRILIA RACING MANAGER


“Non portiamo a casa niente pur essendo evidentemente veloci, addirittura quinti nella classifica dei tempi in gara. Il problema in partenza ha compromesso la gara di Aleix che poi ha confermato quanto competitivo fossero lui e la sua RS-GP. Ora andiamo a Barcellona che è una buona pista per noi, come lo sono tutte visto che abbiamo una moto che sta dimostrando di andare veramente forte su tutti i circuiti e un pilota veloce come Aleix. Se non ci sono problemi possiamo davvero puntare a posizioni molto in alto, ma ora è giunto il momento di concretizzare con dei risultati in gara il nostro valore che è ormai evidente e ci viene riconosciuto”.


FAUSTO GRESINI - TEAM MANAGER


“Doveva essere una bella gara, avevamo tutto perché lo fosse, e invece è stata compromessa proprio in partenza. Eppure anche in queste circostanze abbiamo mostrato con chiarezza quanto alto sia il nostro potenziale girando molto forte. Dispiace che sia capitato proprio al Mugello ma per fortuna abbiamo poco tempo per lamentarci, già domenica si corre a Barcellona, un circuito dove abbiamo appena fatto dei test positivi e quindi ci è offerta subito l’occasione del riscatto”.