MOTOGP QATAR - PROVE LIBERE 2

MOTOGP QATAR - PROVE LIBERE 2

MotoGP

MOTOGP - SECONDA GIORNATA DI PROVE IN QATAR

LE APRILIA RS-GP CONTINUANO A MIGLIORARE I TEMPI, SESSIONE DOPO SESSIONE

Losail (Qatar), 18 marzo 2016 - Sulla pista di Losail, in vista del GP del Qatar che domenica darà il via al Mondiale MotoGP, si è svolta la seconda giornata di prove libere che oggi ha previsto due turni, FP2 e FP3.
Aprilia schiera le nuove RS-GP che, al loro esordio in competizione, hanno continuato a migliorarsi nei tempi sessione dopo sessione. Nei tre turni disputatisi tra ieri e oggi le V4 Aprilia hanno mostrato una costante progressione al cronometro sia con Bautista (1’57.129 - 1’57.012 - 1’56.749), sia con Bradl (1’57.989 - 1’57.541 - 1’57.069). Un buon riscontro per un progetto che sta muovendo i suoi primi passi e i cui margini di miglioramento sono tutti da scoprire.

I piloti dell’Aprilia Racing Team Gresini hanno totalizzato oggi 77 giri (34 Alvaro e 33 Stefan), a conferma della affidabilità che la RS-GP sta guadagnando, primo step sul quale impostare lo sviluppo anche in termini di performance.

ALVARO BAUTISTA

“Stiamo lavorando senza sosta alla ricerca delle migliori sensazioni in sella. La moto è talmente nuova che ad ogni giro scopriamo qualcosa. Il bilancio di oggi è che in quanto a passo di gara sono piuttosto soddisfatto, il ritmo è buono con gomma usata. Quando poi abbiamo provato a migliorare il tempo con uno pneumatico nuovo ci è mancato il giro veloce. Praticamente ho avuto lo stesso feeling che avevo con la gomma da 22 giri. Comunque stiamo ragiungendo il nostro obiettivo, cioè fare più giri possibile per velocizzare il lavoro di sviluppo”.
 

 

STEFAN BRADL

“In ogni sessione miglioriamo di quasi mezzo secondo, mi trovo sempre meglio con la RS-GP. Purtroppo ieri il feeling non era quello che mi aspettavo, quindi siamo partiti un po' a rilento, ma ora stiamo recuperando. Questo mi fa ben sperare, di step ce ne mancano ancora molti ma continuando con questo ritmo di crescita sono sicuro che potremo arrivare in fretta. Un altro fattore positivo è che riusciamo a risolvere ogni piccolo problema che emerge in maniera veloce, certo perdiamo qualche minuto prezioso durante le sessioni ma ci avviciniamo sempre di più alla base di partenza ideale”.