MotoGP Barcellona - qualifiche

MotoGP Barcellona - qualifiche

MotoGP

LE APRILIA ALLA PROVA DEL TRACCIATO DEL MONTMELO’ CHE DOMANI AFFRONTERANNO PER LA PRIMA VOLTA IN GARA

La MotoGP ha iniziato la sua seconda giornata di prove in Catalogna dopo la dolorosa notizia della scomparsa di Luis Salom, in seguito all’incidente di ieri nelle FP2 della categoria Moto2. Per questioni di sicurezza il tracciato catalano è stato modificato nella parte finale, adottando una configurazione più lenta, simile a quella utilizzata dalla Formula 1.

Tante quindi le modifiche apportate alle Aprilia RS-GP di Alvaro Bautista e Stefan Bradl, debuttanti assolute su questa pista, sia dal punto di vista della gestione elettronica sia per quanto riguarda la rapportatura del cambio seamless. Cambiamenti messi alla prova nelle FP3 del mattino (allungate a 60 minuti contro i canonici 45) e nelle FP4 che hanno preceduto la qualifica. Ne è uscita evidenziata, in linea con quanto già accaduto ieri, la difficile gestione delle gomme sulla distanza di gara a causa delle caratteristiche della pista e delle temperature tipicamente estive sul circuito di Montmelò.

I piloti dell'Aprilia Racing Team Gresini hanno concluso la qualifica decisiva in diciottesima posizione con Bradl, che ha migliorato il suo feeling rispetto a ieri, e ventunesima con Bautista, condizionato dal cambio moto per una scivolata innocua nella FP4. Partiranno quindi, rispettivamente, dalla sesta e settima fila.


ALVARO BAUTISTA

“E’ stata una giornata molto tosta, nella quale abbiamo anche dovuto cambiare i riferimenti a causa del nuovo tracciato. Al mattino abbiamo girato tanto con gomme usate utilizzando la media davanti ma quello che ne esce è che con questa soluzione non possiamo fare tutta la gara. Lo steso vale per la morbida posteriore. Nella FP4 abbiamo così provato a girare con gomme dure e usate ma a fine turno una caduta mi ha obbligato a usare la seconda moto in qualifica ma il feeling non era quello che avevo con l’altra RS-GP e non sono riuscito a guidare bene. Ora dobbiamo prendere decisioni per la gara ma pare chiaro che saremo obbligati a correre con la soluzione dura”.


STEFAN BRADL

“Abbiamo migliorato rispetto a ieri, non tanto per quanto riguarda la posizione di classifica ma le modifiche che abbiamo introdotto vanno nella giusta direzione. Di sicuro sono più fiducioso in vista di domani, abbiamo trovato beneficio dalla gomma anteriore dura che abbiamo provato nelle FP4, guadagnando maggiore stabilità. Le gomme saranno sicuramente la maggiore preoccupazione durante la gara, abbiamo provato molte modifiche per facilitarne la gestione ma i 25 giri di domani saranno piuttosto impegnativi. La situazione dovrebbe essere simile per tutti, bisognerà riuscire a salvaguardare il più possibile le coperture. Sarà una domenica interessante”.