MOTOGP INDIANAPOLIS 2015 - FREE PRACTICE

MOTOGP INDIANAPOLIS 2015 - FREE PRACTICE

MotoGP

A INDY STEFAN BRADL DEBUTTA IN SELLA ALLA RS-GP. POSITIVI I PRIMI COMMENTI DEL PILOTA TEDESCO
ALVARO BAUTISTA RALLENTATO DAL TRAFFICO NEL GIRO VELOCE MA CON LE IDEE CHIARE PER DOMANI

Indianapolis (USA), 7 Agosto 2015 - La prima giornata di prove a Indianapolis per l'Aprilia Racing Team Gresini ha visto il debutto di Stefan Bradl in sella alla RS-GP, che il pilota tedesco porterà in gara sino a fine stagione. I primi giri, subito in un weekend di gara, hanno permesso a Bradl di prendere confidenza con moto e squadra, limitandosi a piccole modifiche di setup. Grande attenzione è stata posta all'ergonomia, dalla posizione di pedane e manubri alla conformazione della sella, per trovare una triangolazione confortevole. Il giudizio al termine della prima giornata è sicuramente positivo: Stefan ha trovato una moto sincera, dalle reazioni prevedibili, apprezzando in particolare il funzionamento dei controlli elettronici e del cambio seamless. Il ventesimo tempo finale, a due secondi dalla vetta, è incoraggiante quanto il miglioramento tra le due sessioni di circa 1,5 secondi.

Alvaro Bautista continua il suo lavoro di sviluppo, mettendo in pista la solita, professionale determinazione. Dopo una prima sessione interlocutoria, utilizzata per verificare il nuovo asfalto e individuare un setup di base, nel turno del pomeriggio Alvaro e il suo team sono andati alla ricerca di maggiore trazione e di facilità nella chiusura delle curve. L'ultima uscita, con gomme nuove, doveva dare indicazioni sul livello raggiunto dalla Aprilia RS-GP, ma il tentativo è sfumato a causa del traffico che caratterizza i minuti finali di ogni sessione. I dati da analizzare sono molti, e da qui riprenderà domani il percorso di miglioramento di Alvaro.

ROMANO ALBESIANO (Responsabile Aprilia Racing)

“Un buon inizio per Bradl, ha trovato subito un buon passo. Debuttare direttamente in un weekend di gara è veramente complesso ma lui l'ha fatto molto bene. È molto analitico nel commentare il comportamento della moto. Alvaro purtroppo è stato rallentato dal traffico nel giro con gomma nuova e questo ci impedisce di valutare bene la sua prestazione, mi aspetto comunque sia negli standard dimostrati durante le ultime gare”.

FAUSTO GRESINI (Team Manager)

“Possiamo essere soddisfatti di questa prima giornata, perché Stefan al debutto sulla RS-GP si è comportato subito bene, fornendo dei riscontri positivi. Anche Alvaro ha svolto un buon lavoro e il fatto che non sia riuscito a migliorarsi nel pomeriggio è dovuto sostanzialmente al fatto che è stato rallentato nei suoi ultimi tentativi di giro veloce. Abbiamo senza dubbio rafforzato il team e quello vissuto oggi è sicuramente un buon inizio: adesso continuiamo a rimanere concentrati per lavorare sulla moto in ottica futura”.

ALVARO BAUTISTA

“Questa mattina abbiamo cominciato il nostro lavoro, che doveva proseguire nel pomeriggio cercando in particolare più grip al posteriore e più facilità nel far girare la RS-GP. Abbiamo provato qualche soluzione che ci ha permesso di migliorare, mentre un nuovo forcellone non ha dato i risultati che ci aspettavamo. Sono tornato al setting che mi dava più fiducia e sono uscito quando mancavano pochi minuti alla fine del secondo turno, ma nei due giri ho trovato molto traffico e non sono riuscito a sfruttare le gomme. Domani continueremo su questa strada, dobbiamo migliorare il setup”.
 

STEFAN BRADL

“Sono molto contento del lavoro svolto oggi. Questa mattina ho affrontato una situazione tutta nuova per me: ho potuto riscontrare come il team lavori con grande professionalità e ciò mi ha dato subito grande fiducia. Ovviamente è ancora presto per fare delle valutazioni, perché abbiamo soltanto due turni di prove alle nostre spalle, ma il lavoro compiuto oggi è stato senza dubbio positivo e il comportamento di base della moto è buono, perciò sono soddisfatto. C’è ancora tanto da fare davanti a noi: domani dovremo cercare di rimanere concentrati perché dovremo continuare a lavorare su tanti aspetti, ma penso che potremo migliorare procedendo passo per passo. Inoltre dovrò fare attenzione perché sento ancora un po’ di dolore al polso destro, che comunque al momento non mi infastidisce nella guida; spero non peggiori, ma non sarà facile perché sono comunque rimasto fermo sei settimane”.